1946 - 1950 - Il tempo che fu

Vai ai contenuti

Menu principale:

1946 - 1950

Naturalizzazioni nel Moesano

Naturalizzazioni nel Moesano 1946 -1960
Naturalizzazioni nel Moesano 1946-1950
Terminata la seconda Guerra mondiale, cosa capitò da noi nel Moesano con le immigrazioni e con le naturalizzazioni ? Si continuò come precedentemente e per questi cinque anni lo specchietto riassuntivo è il seguente:


Comune,Persone naturalizzate, Tassa comunale incassata:

Arvigo
105
178`700
Augio
20
31`800
Castaneda

— .—
Landarenca
2
4`500
Rossa
4
5`000
Santa Domenica
3
5`000
Selma
5
6`000
San Vittore
1

— .—
Verdabbio
1
1`500
Totale 1946-1950 142
232`500.—


Dopo quanto visto finora, dal 1887 al 1950, si può affermare che il primato delle naturalizzazioni nel Moesano era detenuto da Arvigo e questo comune, prescindendo dalle cave di gneiss dei Polti, aveva la sua maggiore "industria" proprio nelle molte naturalizzazioni, tanto che lo si potrebbe definire una "fabbrica di svizzeri". Nei 64 anni dal 1887 al 1950 Arvigo concesse la cittadinanza a 482 persone. L’incasso della tassa comunale di naturalizzazione non mi è nota per tutti i 119 naturalizzati ad Arvigo dal 1887 al 1918, ma variava dagli 800.— franchi per una persona nel 1887 a fr. 1000.—/1150.— per una persona negli anni 1916-1918. Per le 363 persone naturalizzate ad Arvigo dal 1919 al 1950 il totale dell’incasso di tassa comunale fu di 441’950.— franchi.

1946
Luigi Francesco Faoro
, di Lamon (Belluno), nato nel 1927, celibe, commerciante, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’500.—. Guglielmo Guerrino Ferrari, di Castione della Presolana (Bergamo), nato nel 1918, celibe, contadino, dimorante a Brusio, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Ferdinando Giacomo Galimberti
, di Inverigo (Como), nato nel 1902, mastro macellaio, dimorante a Roveredo, naturalizzato a Selma con la moglie Antonia nata Barbieri e i figli Maria Antonia Margherita e Giacomo Giorgio, con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Boris Galinsky,
della Russia, nato nel 1889, celibe, Dr. medico, dimorante a Davos-Platz naturalizzato a Selma con tassa comunale di fr. 3’000.—
. Oskar Alfred Karl
Gebhart, austriaco, nato nel 1932, celibe, studente, dimorante a Davos, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Udo Alfred Rudolf Gebhart
, austriaco, nato nel 1934, celibe, studente, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Johann Anton Glade
, di Welda (Westfalia), nato nel 1912, meccanico, dimorante a Thusis, naturalizzato in Arvigo con la moglie Elisabeth nata Benz, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Michael Kaminsky
, della Russia, nato nel 1892, Dr. rer. pol., celibe, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Donato Bortolo Mastel
, di Lamon (Belluno), nato nel 1911, muratore, dimorante a Sils i.D., naturalizzato a Santa Domenica con la moglie Anna Barbara nata Jud e la figlia Jolanda, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Ugo Minola
, di Cerano d’Intelvi, nato nel 1922, celibe, contadino, dimorante a Verdabbio e ivi naturalizzato con tassa comunale di fr. 1’500.—.
Aldo Tommaso Schena
, di Chiesa (Sondrio), nato nel 1910, impresario di costruzioni, dimorante a Casaccia, naturalizzato in Arvigo con la moglie Ida nata Lüchinger e la figlia Carla, con tassa comunale di fr. 3’800.—.
Agnese Elvira Spertini
, di Laveno (Como), nata Boldini nel 1879, vedova, dimorante a San Vittore e ivi naturalizzata, senza tassa comunale. Capitava non di rado che una donna, nata con cittadinanza moesana, che perdeva poi con il matrimonio con uno straniero, rimasta vedova chiedeva di essere reintegrata nella precedente cittadinanza.


1947
Otto Heinrich Fischer
, di Geiselhöring (Baviera), nato nel 1918, celibe, dimorante a Coira, orologiaio, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’200.—.
Giulio Angelo Merazzi
, di Cagno (Como), nato nel 1909, impresario di costruzione e maestro di sci, dimorante a Lenzerheide, naturalizzato in Arvigo con la moglie Josefina nata Knobel, con tassa comuanle di fr. 4’000.—.
Rinaldo Merazzi,
di Cagno, nato nel 1908, impresario di costruzione e maestro di sci, dimorante a Lenzerheide, naturalizzato in Arvigo con la moglie Giuseppina nata Marzorati e i figli Irena, Edda, Eugen Karl, con tassa comunale di fr. 4’200.—.
Arnold Josef Nestasio,
di Pojana Maggiore (Vicenza), nato nel 1930, apprendista di commercio, dimorante a Davos-Dorf, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Giovanni Testa
, di Chiavenna, nato nel 1903, sellaio e maestro di sci, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Irene Carolina nata Carettoni e i figli Plinio Giovanni, Irene Ines e Renato, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Alfred Scipione Verdieri
, di Comessaggio (Mantova), nato nel 1902, divorziato da Annemarie Elisabeth nata Dietze, architetto, dimorante a St. Moritz naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr.3’500.—.


1948
Lintino Angelini
, di Rovetta (Bergamo), nato nel 1914, impresario di costruzione, dimorante a S-chanf, naturalizzato in Arvigo con la moglie Herta nata Frigg e i figli Vito e Rita, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Luigi Remigio Angelini
, di Rovetta, nato nel 1910, impresario di costruzione, dimorante a S-chanf, naturalizzato in Arvigo con la moglie Emilia Celestina nata Vicari e i figli Walter, Armando Peter e Carla Renata, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Anton Bordin,
di Camin (Padova), nato nel 1918, bracciante e chauffeur, dimorante a Jenaz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Christina nata Bärtsch e il figlio Christian, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Jean Pierre Gamboni
, di La Roche e Pont-la-Ville (FR), nato nel 1944, figlio adottivo di Pietro Enrico Gamboni, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 300.—. Il padre adottivo era patrizio di Augio.
Guerino Carlo Girelli,
di Trenzano (Brescia), nato nel 1912, celibe, dimorante a Coira, fonditore, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’500.—.
Antonio Grangaro
, di Caltrano (Vicenza), nato nel 1911, selciatore, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria Margherita nata Casparin e i figli Margarita Luzia e Antonio Giovanni, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Siegfried Mathias Klotz,
di Tannas (Tirolo del Sud), nato nel 1904, celibe, elettricista, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
François Manzoni
, di Filattiera (Genova), nato nel 1930, celibe, figlio adottivo di Luciano Manzoni e di Anna nata Haldenmair, studente di commercio, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 3’500.—.
Pietro Ettore Nani
, di Lanzada (Sondrio), nato nel 1904, mastro stagnino, dimorante a Celerina, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria nata Cattalini e i figli Camillo Sergio ed Esther Olga, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Johann Albert Schneider
, di Oberndorf (Württemberg), nato nel 1903, mastro parucchiere, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con la moglie Hedwig Franziska nata Tadje e il figlio Markus Hans, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Theodor Ventura
, di Castello-Cavallese (Trento), nato nel 1908, calzolaio, dimorante a Scuol, naturalizzato a Landarenca con la moglie Katharina nata Keller, con tassa comunale di fr. 4’500.—.


1949
Gaspare Balzano
, di Valenza (Alessandria), nato nel 1902, muratore e boscaiolo, dimorante a Mesocco, naturalizzato in Arvigo con la moglie Ida nata Zanetti e i figli Antonio, Enrico, Renato, Elvina, Giuseppe, Aldo, Maria, Domenica, Ida Ebe, con tassa comunale di fr. 7’000.—.
Leo Belletti
, di Casalmaggiore (Cremona), nato nel 1922, contadino e muratore, dimorante a Grono, naturalizzato in Arvigo con la moglie Angiolina nata Tognola e i figli Giulio Lucio Mario e Rita Leonina Orsola, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Angelo Friedrich Berni
, di Mel (Belluno), nato nel 1919, figlio adottivo di Friedrich Berni e di Elisa nata Stoffel, contadino, dimorante a Massagno, naturalizzato in Arvigo con la moglie Gemma Maria nata Corfù e il figlio Armando, con tassa comunale di fr. 4’000.—. Ella Bielski, di Breslavia (Wroclav), nata nel 1889, nubile, infermiera, dimorante a Davos-Platz, naturalizzata in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Jakob Büchi,
di Elgg/ZH, nato nel 1879, Dr. honoris causa, ingegnere, dimorante a Zurigo, naturalizzato a Castaneda (cittadinanza onoraria).
Silvio Buzzetti,
di Isolato (Sondrio), nato nel 1913, celibe, mastro pittore, dimorante a Samedan, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Anton Castellazzi,
di Valle di Dentro (Sondrio), nato nel 1906, divorziato da Ursulina nata Riedi, chauffeur, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 6’500.—.
Anton Castellazzi
, di Valle di Dentro (Sondrio), nato nel 1926, celibe, meccanico, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale compresa in quella pagata da suo padre Anton qui sopra.
Franz Adolf Erhart,
di Monaco di Baviera, nato nel 1902, albergatore e prima insegnante di ginnasio, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Paula Anna nata Baumann e i figli Ruth e Hans, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Mario Guido Fibbioli
, di San Giacomo Filippo (Sondrio), nato nel 1925, celibe, contadino e boscaiolo, dimorante a Roveredo, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Riccardo Galli,
di Bormio, studente in diritto, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—. L’avvocato Galli, contrariamente a quasi tutti i naturalizzati residenti oltre San Bernardini, fu sempre molto attaccato al Moesano.
Karl Hurych, di Praga,
nato nel 1911, celibe, cuoco, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Johann Paterlini
, di Collio (Brescia), nato nel 1916, celibe, dirigente d’impresa e maestro di sci, dimorante a Lenzerheide, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Luigi Riccardo Pellicioli,
di Seriate (Bergamo), nato nel 1923, celibe, montatore di linea, dimorante a Poschiavo, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 5’000.—. Giovanni Giuseppe Pesenti, di Brembilla (Bergamo), nato nel 1925, celibe, boscaiolo, dimorante a Roveredo, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Karl Willi Schmidt
, di Lipsia, nato nel 1885, negoziante e maestro di pattinaggio, dimorante a St. Moritz-Bad, naturalizzato in Arvigo con la moglie Rosa nata Deselak, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Christian Schuon,
di Freudenstadt (Württemberg), nato nel 1912, operaio di segheria, dimorante a Seewis, naturalizzato in Arvigo con la moglie Margreth nata Monstein e il figlio Christian, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Tullio Giovanni Svanosio
, di Villa di Tirano, nato nel 1925, celibe, venditore, dimorante a Celerina, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Besso Antonio Viglino
, di Ronco Canavese (Aosta), nato nel 1904, calzolaio, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Juliane nata Moll e i figli Olindo Ennio e Norina Maria, con tassa comunale di fr. 5’000.—. Otto Robert Vogel, di Liegnitz (Slesia), nato nel 1926, celibe, pittore, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.


1950
Peter Arigoni
, di Carenno (Bergamo), nato nel 1915, falegname, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria Paulina nata Rohrer, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Ignazio Cabelli
, di Chiesa (Sondrio), nato nel 1906, impresario di costruzioni, dimorante a Sils i. E., naturalizzato in Augio con la moglie Maria Adda nata Bracchi e i figli Gaudenzio e Rita, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Desiderio Faoro,
di Lamon (Belluno), nato nel 1903, negoziante, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Tranquilla Anna nata Maccagnan e i figli Erminia, Achille Gioachino Desiderio, Marino Luigi, e Alfredo Desiderio, con tassa comunale di fr. 5’000.—. Giuseppe Giovanni Faoro, di Feltre (Belluno), nato nel 1928, celibe, negoziante, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Josef Gufler
, di St. Leonhard (Bolzano), nato nel 1902, celibe, falegname e operaio agricolo, dimorante a Davos-Glaris, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Pierino Mazzoleni
, di Calolziocorte (Bergamo), nato nel 1914, macchinista, dimorante a Trin-Station, naturalizzato a Rossa con la moglie Valeria Giuseppina Rosa nata Beti e i figli Roberto Rino e Rinaldo Attilio Abramo, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Josef Marco Perotto,
di Canal San Bovo (Trento), nato nel 1931, celibe apprendista meccanico, dimorante a Landquart, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Angelo Giuseppe Succetti
, di Piuro (Sondrio), nato nel 1912, muratore, dimorante a Roveredo, naturalizzato in Augio con la moglie Rosina nata Alborghetti e i figli Anita Maria, Ines, Luciana Vittoria, Ebe Grazia, Velia e Palma, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Fausto Succetti,
di Piuro, nato nel 1910, contadino, dimorante a Roveredo, naturalizzato in Augio con la moglie Andreina nata Bianchini e i figli Lucia Agnese e Renzo Antonio, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Bernardo Tragust
, di Taufers (Bolzano), nato nel 1907, dimorante a Zernez, naturalizzato in Arvigo con la moglie Pierina nata Maiolani e i figli Anna Maria e Irma, con tassa comunale di fr. 5’000.—.

Naturalizzazioni nel Moesano 1951-1955


In questi cinque anni continuarono le naturalizzazioni anche da noi, come si può evincere da questo articolo, sulla falsariga precedente e sempre con Arvigo in testa alla classifica, come si vede dal seguente specchietto:


Comune,Persone naturalizzate,
Tassa comuanle incassata


Arvigo
91
161’000.—


Augio
22
36’500.—


Braggio
3
4500
Santa Domenica
1
1500.—
Santa Maria i. C.
22
34900.—
Selma
4
5000.—
Leggia
1
1200.—
Soazza
5
2’000.—


Totale 1951-1955
149
247`100.—


1951
Eva Louise Bergemann
, di Meissen (Sassonia), nata nel 1896, vedova, Dr. medico, dimorante ad Arosa, naturalizzata in Augio con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Giacomo Emilio Biancotti
, di Villa di Tirano, nato nel 1907, negoziante, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Annita Barbara nata Cattaneo e la figlia Fernanda, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Carl Wilhelm Christoph Brandt
, di Heilbronn (Württemberg), nato nel 1921, celibe, fotografo, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 6’000.—
Pietro Castellazzi
, di Premadio (Bormio), nato nel 1907, muratore, dimorante a Scuol, naturalizzato in Arvigo con la moglie Emilia nata Büsch e i figli Anita, Fortunata, Pierina e Luigi, con tassa comunale di fr. 5’500.—. Heinz Gerstl, di Neuenkirchen (Austria inferiore), nato nel 1899, celibe, capocuoco, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Klaus Narcisse Friedrich Hurt
, del Lussemburgo, nato nel 1931, droghiere, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Hans Hüsch
, di Monaco di Baviera, nato nel 1929, figlio adottivo di Johann Hüsch e di Berta nata Fischer, celibe, negoziante, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Claudio Lorenzo Mainetti,
di Campodolcino, nato nel 1923, celibe, muratore, dimorante a Splügen, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Attilio Alfonso Sacchet
, di Santa Giustina (Belluno), nato nel 1913, divorziato da Ursula nata Truog, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Emilio Battista Savoldelli,
di Cerete (Bergamo), nato nel 1913, impresario costruttore, dimorante a Villa, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria Julia nata Derungs e i figli Maria Emilia, Petronella, Guido e Gianina, con tassa comunale di fr. 5’500.—.
Luigi Domenico Toloni
, di Villa d’Allegno (Brescia), nato nel 1908, oste, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria nata Blank, con tassa comunale di fr. 5’000.—.


1952
Hermann Joseph Gottfried Berninger
, di Innsbruck, nato nel 1911, negoziante, dimorante a Davos, naturalizzato in Arvigo con la moglie Carolina Francisca nata Torens, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Ettore Bianchi
, di Caversaccio (Como), nato nel 1914, capomastro, dimorante a St.Moritz-Bad, naturalizzato in Arvigo con la moglie Frieda nata Burki vedova Siegle e la figlia Elisabeth, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Ugo Giuseppe Dignoës
, di Cevo Valsaviore (Brescia), nato nel 1940, figlio adottivo di Giovanni Emilio Dignoës e di Maria Giacomina nata Gozzi, studente, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato a Santa Domenica con tassa comunale di fr. 1’500.—.
Vittorino Ernesto Dotti
, di Ponte (Sondrio), nato nel 1909, muratore, dimorante a Brusio, naturalizzato a Santa Maria in Calanca con la moglie Irma Mirta nata Bongulielmi e i figli Maria Dolores e Pietro Lucio Fernando, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Karl Hanisch
, di Neu-Ulm (Baviera), nato nel 1882, celibe, negoziante, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Johann Battista Hellrigl
, di Tartsch (Vintschgau), nato nel 1910, segantino, dimorante a Santa Maria i. M., naturalizzato in Arvigo con la moglie Luisa nata Zanoli e i figli Barbara e Rudolf, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Bertha Notburga Hohenegger
, di Axam presso Innsbruck, nata nel 1901, nubile, cuoca, dimorante a Zuoz, naturalizzata in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Rudolf Netzer
, di Pfunds (Tirolo), nato nel 1903, contadino, dimorante a Tarasp, naturalizzato in Arvigo con la moglie Ursula nata König e il figlio Arthur, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Michael Ragazzi
, di Malegno (Brescia), nato nel 1908, celibe, impiegato d’ufficio, dimorante a Tiefencastel, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Bernhard Rieder
, di Terlano (Bolzano), nato nel 1901, mastro falegname, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Margaretha nata Müller e i figli Adelheid e Bernhard, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Adriano Cleto Rizzi,
di San Giacomo Filippo, nato nel 1935, celibe, dimorante a Soazza, alpatore, naturalizzato a Soazza assieme ai 4 fratelli Carlo, Pio, Sergio e Siro, con tassa comunale complessiva di fr. 2’000.— Adriano, Carlo, Pio, Sergio e Siro erano figli di Giovanni Battista Rizzi, che si stabilì a Soazza già in gioventù e per molti anni esercitò la professione di pastore delle pecore. Giovanni Battista Rizzi si sposò a Soazza con Teodora Mantovani dell’antico casato patrizio soazzone e i cinque figli maschi nacquero tutti a Soazza. Carlo Battista Rizzi, di San Giacomo Filippo, nato nel 1937, celibe, elettricista, dimorante a Soazza e ivi naturalizzato, vedi sopra. Pio Giovanni Battista Rizzi, di San Giacomo Filippo, nato nel 1936, celibe, funzionario doganale svizzero, naturalizzato a Soazza, vedi sopra. Sergio Mario Rizzi, di San Giacomo Filippo, nato nel 1941, celibe, naturalizzato a Soazza, vedi sopra. Siro Giulio Luigi Rizzi, di San Giacomo Filippo, nato nel 1933, celibe, naturalizzato a Soazza, vedi sopra. Dei cinque fratelli Rizzi tre sono ancora viventi: Adriano e Carlo domiciliati a Soazza, Pio a Viganello, mentre Siro, che era domiciliato a Lostallo e Sergio sono già morti.
Finalmente nel 1952 anche Soazza si decise ad una naturalizzazione, cosa che (a parte il Basilese Johann Fricker naturalizzato nel 1813, ma che non venne mai a Soazza) non accadeva fin dal Settecento, secolo nel quale ci furono tre naturalizzazioni a Soazza.
Giovanni Battista Serafino Tavasci,
di Gordona (Sondrio), nato nel 1903, negoziante di vino, dimorante a Grono, naturalizzato in Augio con la moglie Domenica nata De Agostini e i figli Martina Elisa, Ilva Dina, Remo Serafino e Reto Giovanni, con tassa comunale di fr. 5’000.—.


1953
Abramo Ciocca
, di Samolaco (Sondrio), nato nel 1907, contadino, dimorante a Cama, naturalizzato a Santa Maria in Calanca con la moglie Martina nata Censi e le figlie Maria e Chiara Giuseppina, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Guerrino Giovanni Della Vedova
, di Sernio (Sondrio), nato nel 1927, celibe, bracciante, dimorante a Campocologno, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Mario Grassi
, di Falmenta (Val Cannobina), nato nel 1908, segantino, dimorante a Roveredo, naturalizzato in Braggio con la moglie Carmelina nata Sceresini e il figlio Reto Guerino Antonio, con tassa comuanle di fr. 4’500.—.
Ludwig Mandel
, apolide, nato nel 1916, celibe, negoziante, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Vittorio Martinelli,
di Valdisotto (Sondrio), nato nel 1916, camionista, dimorante a Samedan, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria Paolina nata Pianto e i figli Gian Carlo e Mengia Burga, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Vincenzo Pina
, di Cevo (Brescia), nato nel 1915, muratore, dimorante a Coira, naturalizzato in Selma con la moglie Maria Natalina nata Beltramelli e i figli Emilio Giacinto ed Elsa Teresa, con tassa comunale dif r. 5’000.—.
Josef Kaspar Plangger
, di Taufers (Bolzano), nato nel 1929, celibe, falegname di mobili, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Emilio Antonio Valenti
, di Borgo di Terzo (Bergamo), nato nel 1926, celibe, operaio di fabbrica, dimorante a Roveredo, naturalizzato a Santa Maria in Calanca con tassa comunale di fr. 3’200.—.
Umberto Zuccolini
, di San Vito al Tagliamento (Udine), nato del 1911, divorziato da Berta nata Piemont, muratore, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 5’000.—.


1954
Lucio Valerio Biasutti
, di Firenze, nato nel 1913, Dr. medico, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato a Santa Maria in Calanca con la moglie Maria Antonietta nata Libertini e i figli Renato Alessandro Marco e Anna Dorotea, con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Albert Durlacher
, della Germania, nato nel 1908, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Fani nata Littner e la figlia Evelyne, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Ido Simone Rota,
di Roncola (Bergamo), nato nel 1914, montatore elettricista, naturalizzato in Arvigo con la moglie Luigia nata Scandella e i figli Marco Simone, Renato Costante e Remo Antonio con tassa comuanle di fr. 5’500.—.
Aldo Severino Scaramella,
di Samolaco (Sondrio), nato nel 1929, celibe, operaio, dimorante a Santa Maria in Calanca e ivi naturalizzato con tassa comunale di fr. 2’000.—.Plinio Angelo Gioachino Scaramella, di Samolaco, nato nel 1930, calzolaio e boscaiolo, dimorante a Santa Maria in Calanca e ivi naturalizzato con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Livio Tonna
, di Quarna di Sotto (Novara), nato nel 1916, negoziante di frutta e contadino, dimorante a Grono, naturalizzato in Augio con la moglie Elvezia Maria Adelina nata Gamboni e i figli Maria Rosa, Lucia Irma Livia e Livia Rezia Fiorella, con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Dante Antonio Vecellio,
di Vigo di Cadore (Belluno), nato nel 1923, muratore, dimorante a Poschiavo, naturalizzato a Santa Maria in Calanca con la moglie Berta Maria nata Raselli, con tassa comunale di fr. 3’200.—.
Alfred Alexander Wittek,
di Brünn/Brno (Moravia), nato nel 1923, piastrellista, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Susanna nata Mulle e i figli Alfred, Susanna e Margrith, con tassa comunale di fr. 5’000.—.


1955
Erminio Albertini,
di Granerolo (Novara), nato nel 1932, celibe, segantino, dimorante in Arvigo e ivi naturalizzato con tassa comunale di fr. 3’500.—.
Silvestro Antonio Biff
i, di Domàso (Como), nato nel 1908, capo montatore, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Gertrud nata Kummli e i figli Albino Silvestro, Edoardo e Marco (già naturalizzati a Wolfisberg/BE) e Bianca Maria Teresa, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Basil Theodor De Wolovey,
di Riciula (Bessarabia/Romania), nato nel 1896, ingegnere, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Florence James nata Wilson vedova Bradshaw, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Vito Galbusera,
di Brembate di Sotto (Bergamo), nato nel 1926, celibe, muratore, dimorante a Leggia e ivi naturalizzato con tassa comunale di fr. 1’200.—. Carlo Geronimi, di Chiavenna, nato nel 1933, celibe, impiegato di commercio, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Alberto Gurschler
, di Goldrain (Bolzano), nato nel 1922, muratore, dimorante a Zuoz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Giacomo Lamprecht
, di Bormio, nto nel 1901, contadino, dimorante a Santa Maria i. M., naturalizzato a Santa Maria in Calanca con la moglie Maria Theresa nata Schmidt e i figli Jacun, Emil e Wilhelm, con tassa comunale di fr. 6’500.—.
Bein Levin
, della Lituania, nato nel 1894, albergatore, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con la moglie Fanny Ilse nata Oppenheim e i figli Louis Eli, Felice Ziporah e Marcel, con tassa comunale di fr. 6’000.—. [Dal cognome e prenomi ovviamente di origine ebrea].
Attilio Rocca,
di Valdisotto (Sondrio), nato nel 1907, carrozziere e oste, dimorante a Zuoz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria nata Obexer e i figli Gino Guido ed Herminia Julia, con tassa comunale di fr. 5’500.—.
Marino Andrea Rogantini,
di Piuro (Sondrio), nato nel 1913, manovale, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Orsola nata Righetti e i figli Giovanni Battista, Lorenzo ed Eugenio, con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Antonio Guglielmo Silvani
, di San Giacomo Filippo, nato nel 1904, mastro sarto, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Elisa Caterina nata Polinelli e i figli Remo Aurelio, Enzio Pasquale e Valerio Mario, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Luigi Giuseppe Tassetti
, di Sorisole (Bergamo), nato nel 1930, celibe, manovale, dimorante a Mesocco, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Ulisse Ermanno Mario Troiani,
di Petrella Salto (Aquila), nato nel 1914, celibe, muratore, dimorante a Mesocco, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Celestino Giuseppe Vezzoli
, di Bienno (Brescia), nato nel 1933, celibe, dimorante a Campocologno, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Dario Pietro Bernardino Vezzoli,
di Bienno, nato nel 1932, celibe, meccanico, dimorante a Sciaffusa, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Egidio Faustino Vezzoli,
di Bienno, nato nel 1935, celibe, meccanico, dimorante a Brusio, naturalizzato in Augio con tassa comunale di fr. 500.—.
Faustino Giuseppe Vezzoli,
di Bienno, nato nel 1901, muratore, dimorante a Brusio, naturalizzato in Augio con la moglie Celesta nata Bombardieri e i figli Diego, Firmo Natale Quinto e Giuseppe Paolo, con tassa comunale di fr. 8’000.—.




1956
Antimo Abruzzo Amico
, di Orzinuovi (Brescia), nato nel 1914, operaio, dimorante a Roveredo, naturalizzato a Selma con la moglie Miretta nata Galimberti e i figli Pier Giacomo e Mario Giuseppe Bruno, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Umberto Beriletti,
di Bagolino (Brescia), nato nel 1905, muratore, dimorante a Malans, naturalizzato a Leggia con la moglie Rosa nata Paini e il figlio Sergio Gerolamo, con tassa comunale di fr. 1’000.—.
Lino Bettinaglio,
di Casnigo (Bergamo), nato nel 1926, celibe, disegnatore e direttore d’impresa, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Cleto Cirillo De Pedrini
, di Piuro (Sondrio), nato nel 1945, dimorante a Celerina, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale compresa in quella della sorella. Franco Carlo De Pedrini, fratello del precedente, nato nel 1939, dimorante a Celerina, naturalizzato in Arvigo.—.
Lucia Angela De Pedrini
, mastro falegname, nata nel 1937, dimorante a Celerina, con tassa comunale comprendente anche i due fratelli qui sopra di fr. 7’000.—. Julius Bernhard Maffeis, di Grevo (Brescia), nato nel 1912, divorziato da Christina Berger, muratore, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Giuseppe Meroni,
di Brunate (Como), nato nel 1910, montatore sanitario, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Augio, con la moglie Anastasia nata Igelspacher e i figli Rico Josef e Josef Refus, con tassa comunale non nota. Emilio Mufatti, di Berbenno (Sondrio), nato nel 1934, celibe, dimorante a Roveredo e naturalizzato a Santa Maria i. C. con tassa comunale di fr. 3’500.—.
Ferdinando Noi
, di Casella (Genova), nato nel 1905, muratore, dimorante a Leggia e ivi naturalizzato con la moglie Caterina nata Casagrande e i figli Ferdinando Luigi, Giuseppe Emilio, Nicolao Giuseppe Luigi, Giovanni Gabriele Giuseppe, Federico Pio Luigi e Maria Grazia con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Pierantonio Noi,
di Casella (Genova), nato nel 1936, celibe, muratore, dimorante a Leggia e ivi naturalizzato con tassa comunale probabilmente compresa in quella del sopranominato.
Fausto Adamo Pasini,
di Piuro (Sondrio), nato nel 1933, celibe, muratore, dimorante a Roveredo, naturalizzato a Leggia con tassa comunale non nota.
Giovanni Bruno Pasini
, di Piuro, nato nel 1930, celibe, muratore, dimorante a Roveredo, naturalizzato a Leggia, con tassa comunale non nota.
Serafin Riz, di Canazei
(Trento), nato nel 1894, contadino, dimorante a Santa Maria i. M., naturalizzato in Arvigo con la moglie Giuseppina nata Moser e i figli André, Josef, Heinrich, Maria e Franz, con tassa comunale di fr. 5’500.—.
Giovanni Zannier
, di Clauzetto (Udine), nato nel 1915, pittore, dimorante a Scuol, naturalizzato in Arvigo con i figli Rudolf e Angelino, con tassa comunale di fr. 5’000.—.


1957
Marino Giovanni Battista Marchetto,
nato a Genova nel 1950, figlio adottivo di Antonio Marchetto e di Mira Huber, studente, dimorante a Mesocco, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Giuseppe Fedele Milesi
, di Ornica (Bergamo), nato nel 1921, impresario scalpellino, dimorante a Cama e naturalizzato a Leggia con la moglie Ida Irma nata Tempra, vedova Belloli, con tassa comunale di fr. 2’000.—.
Sesto Pedrini
, di Bormio, nato nel 1914, muratore, dimorante a Zuoz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Anna Katharina nata Donczecz e i figli Olinda, Rinaldo, Carlo e Roberto, con tassa comunale di fr. 5’000.—. Michele Rogantini, di Piuro (Sondrio), nato nel 1937, celibe, apprendista gessatore, dimorante a Vicosoprano, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Renzo Giuseppe Valenti,
di Borgo di Terzo (Bergamo), nato nel 1930, muratore, dimorante a Roveredo, naturalizzato a Leggia con la moglie Isaura Maria Lucia nata Morandi e i figli Giannina e Renato Paolo, con tassa comunale di fr. 3’000.—.


1958
Guglielmo Brini
, di Carenno (Bergamo), nato nel 1925, laccatore industriale, dimorante a Coira e naturalizzato a Braggio con tassa comunale di fr. 1’200.—.
Ferruccio Angelo Giovanni Chiappini
, di Cuasso al Monte (Como), nato nel 1922, meccanico e scalpellino, dimorante a Zurigo, naturalizzato a Leggia con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Guido Fedi
, di Pistoia, nato nel 1925, domestico, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Mathieu Hertz
, di Eschweiler (Renania), nato nel 1911, commerciante, dimorante a Davos-Platz e naturalizzato in Arvigo con la moglie Karola nata Rodal, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Alois Ritsch,
di Reschen (Bolzano), nato nel 1932, tapezziere, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con la moglie Sonja Agnes nata Hollenstein e il figlio Reto, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Erwin Ritsch,
di Reschen (Bolzano), nato nel 1934, celibe, impiegato, dimorante ad Arosa, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.


1959
Luciano Mario Biancotti
, di Villa di Tirano, nato nel 1929, negoziante, dimorante a St. Moritz, naturalizzato in Arvigo con la moglie Bianca Laura nata Bornatico e il figlio Marco, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Max Hönicke, di Swinenmünde
(Prussia), nato nel 1913, mastro tapezziere, dimorante a Zurigo e naturalizzato in Arvigo con la moglie Italia Roma nata Carnier e i figli Max, Lilly Erika e Viktor, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Alberto Costante Lurati
, di Lieto Colle (Como), nato nel 1923, esperto libraio, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Anna Maria nata Oswald e le figlie Bianca Maria e Silvia Adele, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
René Aldo Marthaler
, nato a Brescia nel 1945, figlio adottivo di Georgette Marthaler, studente di scuola secondaria, dimorante a Klosters, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’500.—.
Angelo Martinbianco,
di Feltre (Belluno), nato nel 1912, muratore, dimorante a Malans, naturalizzato a Braggio con la moglie Lina nata Bernardini e i figli Mario e Remo Valentino, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Maria Helga Ostertag
, di Kaufbeuren (Baviera), nata nel 1938, nubile, insegnante, dimorante a Coira, naturalizzata a Braggio con tassa comunale di fr. 6’000.—.
Wilhelm Anton Ostertag,
fratello della precedente, celibe, dimorante a San Gallo, naturalizzato in Braggio, con tassa comunale compresa in quella della sorella. Frieda Parolini, di Lanzada (Sondrio), nata nel 1916, vedova, dimorante a St. Moritz e naturalizzata in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Gaudenzio Pedrolini
, di Chiesa (Sondrio), nato nel 1928, chauffeur, dimorante a Samedan, naturalizzato in Arvigo con la moglie Maria Catharina nata Simonet e la figlia Edith, con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Pierino Pedrolini
, di Chiesa, nato nel 1923, sarto, dimorante a Samedan, naturalizzato in Arvigo con la moglie Marianne nata Cernko, con tassa comunale di fr. 4’000.—
Naturalizzazioni nel Moesano 1946 -1960
Naturalizzazioni nel Moesano 1946-1950
Terminata la seconda Guerra mondiale, cosa capitò da noi nel Moesano con le immigrazioni e con le naturalizzazioni ? Si continuò come precedentemente e per questi cinque anni lo specchietto riassuntivo è il seguente:


Comune,Persone naturalizzate, Tassa comunale incassata:

Arvigo
105
178`700
Augio
20
31`800
Castaneda

— .—
Landarenca
2
4`500
Rossa
4
5`000
Santa Domenica
3
5`000
Selma
5
6`000
San Vittore
1

— .—
Verdabbio
1
1`500
Totale 1946-1950 142
232`500.—


Dopo quanto visto finora, dal 1887 al 1950, si può affermare che il primato delle naturalizzazioni nel Moesano era detenuto da Arvigo e questo comune, prescindendo dalle cave di gneiss dei Polti, aveva la sua maggiore "industria" proprio nelle molte naturalizzazioni, tanto che lo si potrebbe definire una "fabbrica di svizzeri". Nei 64 anni dal 1887 al 1950 Arvigo concesse la cittadinanza a 482 persone. L’incasso della tassa comunale di naturalizzazione non mi è nota per tutti i 119 naturalizzati ad Arvigo dal 1887 al 1918, ma variava dagli 800.— franchi per una persona nel 1887 a fr. 1000.—/1150.— per una persona negli anni 1916-1918. Per le 363 persone naturalizzate ad Arvigo dal 1919 al 1950 il totale dell’incasso di tassa comunale fu di 441’950.— franchi.






1960
Walenty Ciura
, di Zabratowka (Polonia), nato nel 1915, calzolaio e oste, dimorante a Disentis, naturalizzato in Arvigo, con tassa comunale non nota.
Sandro Consoli
, di Poggio San Marcello (Ancona), nato nel 1941, celibe, impiegato di commercio, dimorante a Davos-Platz, naturalizzato in Arvigo, con tassa comunale non nota.
Emil Meier
, della Germania, nato nel 1903, operaio, dimorante a Coira, naturalizzato in Arvigo con la moglie Josefa nata Wachter e la figlia Vera Friederica, con tassa comunale di fr. 4’500.—.
Angelo Renato Guido Morellini,
di Bianzone (Sondrio), nato nel 1932, celibe, impiegato della ferrovia, dimorante a Bergün, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—.
Giulio Ronchi, di Bianzone
(Sondrio), nato nel 1920, contadino, dimorante a Celerina, naturalizzato in Arvigo con la moglie Mistica Anna nata Caligari e i figli Caterina Agnese, Emilio Tomaso, Gian Paul, Giulia Ausilia, Annalisa e Tomaso Martino, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
Tomaso Giocondo Ronchi
, di Bianzone, nato nel 1912, celibe, contadino, dimorante a Celerina, naturalizzato in Arvigo con tassa comunale di fr. 4’000.—. Carla Antonia Stefka, della Cecoslovacchia, nata nel 1939, nubile, aiuto di farmacia, dimorante a St. Moritz, naturalizzata in Arvigo con tassa comunale di fr. 3’000.—.
Tomaso Giuseppe Viglino
, di Ronco Canavese (Aosta), nato nel 1912, mastro stagnino, dimorante a Davos-Dorf, naturalizzato a Selma con la moglie Marianna nata Bormolini e i figli Guido Giuseppe, Renata Maria, Luigi Secondo, Marianna e Martino Bruno, con tassa comunale di fr. 5’000.—.
In seguito fu poi varata una legge con la quale le donne moesane che avevano sposato uno straniero e i loro figli, avevano il diritto di optare per il mantenimento della cittadinanza svizzera precedente, cosa di cui si fece grande uso, come si evince dalle iscrizioni nei registri dello stato civile. E negli anni sessanta cominciarono nuove naturalizzazioni anche in comuni che prima non le concedevano (Mesocco, Soazza, Cama, Roveredo). Concludendo: se tutti coloro che ricevettero la cittadinanza moesana dal 1800 al 1960 e i loro discendenti dovessero venire ad abitare in Mesolcina e in Calanca, sicuramente in totale sarebbero parecchie migliaia.


Naturalizzazioni nel Moesano 1956-1960


Concludo la serie di articoli riguardanti le naturalizzazioni avvenute in Mesolcina e in Calanca nel periodo 1887-1960. Lo specchietto riassuntivo è il seguente:

Comune Persone naturalizzate
Tassa comunale incassata


Arvigo
69
114’000.—


Augio
1
4000.—
Braggio
6
7200.—
Santa Maria
1
3500.—
Selma
11
9’000.—
Leggia
18
10’000.—


Totale 1956-1960
106
147`700.—



Cesare Santi





Torna ai contenuti | Torna al menu fpCount.exe.

Ultima modifica: