lettera 1855 - Il tempo che fu

Vai ai contenuti

Menu principale:

lettera 1855

Emigranti > Svizzera > Spazzacamini

Presburgo li 31 dicembre 1855

Carissimi Genitori
Io vengo con queste due righe per farvi assapere lo statto di mia e buona, e godente salute e cosi ne spero il simili di voi tutti. Quindi vi faccio poi assapere che il giorno 29 di agosto ho poi ricevuto la vostra scrittami e con grande piacere assai che io ho avuto che mi mandate che il fratello Carlo era ammalato, ma credo chel lui sara sano adesso. In quanto delle novità di qua non sono altre che questo mese ha fioccato e fa fredo.Io non ho altro a dirviche gurarvi buone feste e con sanità a voi tutti di casa e tutti i nostri parenti e amici tutti quelli che dimandano di me.IO posso dirvi che adesso comincio andare a Scola Tedesca.
Cari Genitori io non ho altro che salutarvi di vero cuore , padre, madre, frattelli e sorelle e tutti quelli che dimandano di me e l'anda Borghesa mi salluterete.
E sono il Vostro sincero figlio Addio Addio.                   
                                                                       Zarro Fidelis.


Torna ai contenuti | Torna al menu fpCount.exe.

Ultima modifica: