Lettera 1858 - Il tempo che fu

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lettera 1858

Emigranti > Svizzera > Spazzacamini

Presburgo li 3 aprile 1858

Carissimi Genitori
                              Io vengo a dirvi che per la piaza per il fratello Giuglio lè sicura solo chel sia sano perche il mio padrone vuole che labbia poi niente da rimproverarsi e che il primo di magio lui sarà pronto di partire colli altri.
Quindi ogi ho ricevuto lettera vostra, e ho subito risposto. Il quale mi ritrovo molto contento a sentire che voi siette tutti sani, e ben disposti, e gli invidiosi di Soazza non bisogna guardarli che sono tanti ferükte.
Io non ho altro da dirvi che salutarvi di vero  cuore padre,madre, fratelli, sorelle parenti, ed amici ma non gli invidiosi poi, e io l'aspetto per il mese di maggio almeno alli 20, tu mi scriverai prima di andar via da casa . addio e sono Vostro figlio.
                                                         Zaro Fedelle

Torna ai contenuti | Torna al menu fpCount.exe.

Ultima modifica: